Le migliori fonti di proteine

bodybuilding-natural.com

Le proteine vegetali e animali sono alla base dell’alimentazione e vengono considerate le migliori fonti sotto vari aspetti.

Le proteine animali, che sono in genere le più consumate, non sono le sole che possiamo trovare all’interno degli alimenti.

Si sta ormai diffondendo da tempo, le proteine vegetali, se assunte nella giusta dose e proporzione possono totalmente sostituire quelle di derivazione animale. In merito altri articoli molto interessanti li puoi trovare su siti che parlano di natural bodybuilding come questo.

Proteine vegetali: le fonti principali

Legumi, cereali, frutta secca e alcuni frutti e ortaggi, sono le migliori fonti di proteine adatte per sostituire le proteine animali con quelle vegetali.

Prima di parlare di proteine è bene sapere cosa siano, vi consiglio di leggere prima http://www.treccani.it/enciclopedia/proteina_(Dizionario-di-Medicina)/Ecco alcune delle migliori fonti di proteine vegetali:

 

Tofu

Il tofu è una fonte di proteine che può essere utilizzata in alternativa alla carne. Presenta un alto contenuto proteico, il tofu è ricco di sali minerali come ferro e magnesio. Una porzione da 140 grammi di tofu contiene 11 grammi di proteine.

Quinoa

A differenza dei cereali, la quinoa è composta da tutti i 9 amminoacidi considerati essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo. La quinoa contiene il corretto equilibrio di proteine e carboidrati. 100 grammi di quinoa cotta contengono 4,4 grammi di proteine.

Semi di canapa

I semi di canapa sono un’inaspettata fonte vegetale di proteine. Essi contengono tutti gli amminoacidi essenziali necessari al valore nutrizionale delle proteine. I semi di canapa sono considerati un alimento che fornisce un pasto completo dal punto di vista proteico.
I semi di canapa contengono circa 6 grammi di proteine ogni 30 grammi di prodotto.

Mandorle

Le mandorle, appartenenti alla famiglia della frutta secca, si contraddistinguono per il loro elevato contenuto di proteine. 100 grammi di mandorle sgusciate possono contenere sino a 20 grammi di proteine. Anche il latte di mandorle conserva in parte il contenuto proteico di questo frutto, e può essere una valida alternativa al latte di derivazione animale. 

Ceci e altri legumi

I ceci rappresentano una delle migliori fonti vegetali di proteine tra i legumi. Una porzione da 200 grammi di ceci può contenere infatti fino a 16 grammi di proteine. I ceci possono essere consumati anche crudi, adatti a svariate ricette, come la salsa araba conosciuta come hummus. Anche altri legumi d’altronde, come fagioli, lenticchie e fagioli verdi mung, rappresentano un pasto proteico semplice e gustoso. I fagioli cotti possono contenere fino a 12 grammi di proteine per ogni porzione da 200 grammi.

Albicocche disidratate

Da non sottovalutare la scelta delle frutta come fonte proteica. Ottime le albicocche disidratate. Una porzione da 200 grammi di albicocche disidratate può contenere infatti fino a 5 grammi di proteine. Assieme alle mandorle, le albicocche forniscono uno spuntino salutare e nutriente.

Ortaggi

L’apporto proteico degli ortaggi corrisponde a un contenuto nutrizionale essenziale tra le migliori fonti di proteine. Gli spinci crudi, ad esempio, sono costituite per il 30% da proteine. 100 grammi di spinaci lessati e salati contengono circa 5 grammi di proteine. 100 grammi di cavoli lessati contengono dai 2 ai 3 grammi di proteine.

Commenta Qui sotto

commenti