La gastronomia salentina che incontra la tecnologia

Le aziende agricole salentine, figlie di un retaggio antichissimo e consolidato nella tradizione del posto, vivono oggi una nuova fase, a metà strada tra preservazione dell’identità e sguardo verso le nuove logiche di competitività.

Da una parte c’è la necessità di tener fede al proprio patrimonio gastronomico e, dall’altra, quella di sintonizzarsi con un mercato dinamico e in continuo divenire.

Settore alimentare 2.0: E-commerce con prodotti locali

Gli e-commerce del settore alimentare hanno preso sempre più piede negli ultimissimi tempi, ospitando in maniera consistente quelle forme di imprenditoria basate sulle specificità territoriali e i prodotti tipici del Salento sono tra quelli maggiormente ambiti.

In tal modo si realizza un accordo perfetto e costruttivo tra le più moderne ICT e le consolidate usanze e specialità locali, in un incontro tra gli opposti che trae il meglio da entrambi i poli per la strutturazione di un modello innovativo che favorisce venditore e acquirente: da una parte, infatti, viene salvaguardato e ampliato il processo di preservazione delle biodiversità, delle eccellenze locali e dei valori che esse incarnano, e dall’altra si costruisce un modello di business moderno e in grado di rendersi competitivo su un mercato esponenzialmente potenziato.

I prodotti alimentari più richiesti e ricercati del Salento

Tra i prodotti maggiormente ricercati della tradizione culinaria salentina, i primi della lista non potevano che essere il vino e l’olio d’oliva; il primo trova le sue eccellenze nel Negroamaro e nel Primitivo, l’olio extravergine d’oliva del Salento è simbolo di genuinità e dieta sana, entrambi sono prodotti riconosciuti del marchio DOC.

Grande successo riscuotono anche i prodotti del forno (rigorosamente di pietra) e che caratterizzano la penisola salentina, come le friselle, i taralli, la pasta di semola di grano duro.

A stimolare questo tipo di mercato ibrido c’è sicuramente il successo registrato dal Salento in termini di turismo: non si tratta semplicemente di un incremento dei visitatori ma di un processo di rivalutazione dell’intero sistema, che acquista riconoscibilità e impatto, trainato da specificità che rendono unica questa terra, ma sempre più motivata a fuoriuscire dai confini geografici.

Commenta Qui sotto

commenti