Pulire la catalogna

La catalogna appartiene alla categoria di verdure denominate “cicoria”.

La catalogna è conosciuta soprattutto per il suo sapore molto amaro, ricordiamo però che le verdure amare hanno un potere drenante e depurativo per il corpo, e se ne conoscono due tipi:
la catalogna a foglie verdi lunghe che proprio perché così amara viene consumata subito dopo la cottura, molto breve;
la catalogna denominata anche “puntarelle”, a coste più larghe e bianche che possiede anche i germogli, che si trovano al centro del cespo vengono consumati soprattutto crudi in insalata.

Pulire la catalogna è un’operazione un po’ odiosa ma non per questo non semplice se si capisce come fare, ma vediamo insieme.

Per prima cosa devono essere eliminate tutte le foglie esterne che si sono rovinate. Tagliare anche il gambo per eliminare la radice e le impurità.

Dividere, con l’aiuto di un coltello, le foglie della catalogna in tre parti o anche di più se la foglia è grande.

Lavare la verdura in acqua con un pizzico di bicarbonato per eliminare tutte le impurità. Sciacquarla più volte per eliminare terriccio e polvere ma molto velocemente senza lasciarla in ammollo troppo tempo.

Lasciatela sgocciolare per bene e cuocerla in acqua salata fino a quando non si intenerisce.

Nel caso delle puntarelle dopo aver tagliato le foglie di catalogna in tre parti lungo tutta la lunghezza della foglia, immergerle in acqua fredda per ottenere l’effetto arricciato. Scolarle e condirle a crudo con olio e sale 🙂

Commenta Qui sotto

commenti

Reply