La ricetta del mishti doi

Come già vi abbiamo detto parlando dei rasgulla, il Bengala è la capitale mondiale dei dolci e in tutta l’India orientale mishti doi è sinonimo di Bengala. Tra i dolci più noti del versante orientale, il mishti doi ha un sapore davvero fantastico. E la cosa che lo rende semplicemente perfetto è che è incredibilmente facile da preparare!

Ed è anche molto economico, il che non guasta in questo periodo di crisi mondiale!Pronti a confrontarvi con questa ricetta che proviene dall’Est del mondo, ma ha già conquistato i palati raffinati di milioni di occidentali? E’ quello che vi serve per diventare sovrani incontrastati della cucina di casa…

Ingredienti

  • 1 litro di latte intero ( in alternativa va bene anche un litro di panna)
  • 3-4 cucchiai di yogurt
  • 250 gr di zucchero

Preparazione

Che questo dolce è semplicissimo da fare già lo abbiamo detto. Iniziate facendo bollire bollire la panna/latte in una pentola dal fondo pesante, a fuoco medio fino a quando non sarà diventata circa la metà del suo volume originario. Ricordate di mescolare spesso, per evitare che il latte si attacchi alla pentola. A questo punto fate raffreddare il latte.

Nel frattempo mettete lo zucchero in un tegame e fatelo riscaldare a fuoco lento fino a quando non sarà caramellizzato (è pronto quando assumerà un colore tendente al marrone). Quando è pronto toglietelo dal fuoco e aggiungete il latte che precedentemente avete fatto ridurre. Mescolate per bene, in modo che latte e zucchero siano ben amalgamati. Solo allora potete aggiungere lo yogurt al composto, continuando a mescolare delicatamente.

Versate l’impasto in un contenitore e fatelo riposare in un luogo buio e caldo, fino a quando non si sarà solidificato (la tradizione bengalese vuole che il miglior contenitore per il mishti doi sia una pentola di coccio). Quando avrà preso la forma del contenitore, fatelo riposare in frigo per qualche ora. Dopodiché servitelo, prendendolo con un cucchiaio o tagliando delle fettine (dipende dal contenitore che avete utilizzato).

L’idea in più. Per rendere più carina la presentazione di questo dolce, potete farlo raffreddare in delle mini coppette di coccio, così da creare delle porzioni singole.

Commenta Qui sotto

commenti

Reply