I pomodori secchi

Non c’è casa nel sud d’Italia dove non si preparino. Su una fettina di pane o tritati nel sugo i pomodorini secchi sono sempre ottimi. Certo, si possono trovare in qualsiasi supermercato, ma perché accontentarsi di un concentrato di conservanti quando è possibile farli con le proprie mani ed ottenere un risultato decisamente migliore?

Figoo vi spiega come fare. Anche perché l’estate si avvicina e non c’è momento più propizio per dedicarsi a questa conserva che poi ci ricorderà i sapori e gli odori della bella stagione per tutto il freddo e lungo inverno.

Ingredienti

  • pomodori
  • sale
  • aceto bianco
  • olio extravergine d’oliva
  • olio di semi
  • a piacere origano, basilico, aglio, olive, capperi
  • vasetti per la conservazione

Preparazione

Preparare i pomodori secchi è molto facile. Occorre solo un po’ di pazienza e qualche giorno di sole. Per prima cosa, infatti, bisogna far seccare i pomodori. Scegliete dei pomodori maturi, ben sodi (i migliori sono quelli della varietà San Marzano) e lavateli. Dopo averli asciugati, tagliateli in due nel senso della lunghezza e sistemateli su un graticcio e cospargeteli di sale che precedentemente avrete frullato in modo da renderlo “a velo” (come lo zucchero, per intenderci).

Teneteli al sole dalla mattina alla sera rigirandoli di tanto in tanto e rientrandoli la sera per evitare l’umidita della notte. Questo farà si che perderanno tutta l’acqua e si potranno conservare. Questo procedimento, se il sole è forte, va fatto per dieci giorni. In caso contrario serviranno più giorni. Ricordate, però, che dovete cospargerli di sale ogni giorno.

Dopo dieci giorni l’essiccatura dovrebbe essere completa. Ritirate i vostri pomodori, cercate di eliminare il sale in eccesso e fateli bollire in 50% d’acqua e 50% d’aceto. Fateli asciugare su un canovaccio umido. Trascorso un giorno, è il momento di sistemarli nei vasetti. Iniziate inserendo quelli più lunghi in verticale e continuate man mano inserendo gli altri. Lasciateli così per un altro giorno, in modo da far asciugare meglio l’aceto, dopodiché inserite l’olio (80% di semi, 20% d’oliva), pressandoli bene con una forchetta in modo da far uscire tutta l’aria possibile.

Riempite ancora con l’olio e fateli riposare almeno un mese prima di assaggiarli. Conservateli lontano dalla luce diretta e dalle fonti di calore: in questo modo vi dureranno circa un anno.

L’idea in più. Se volete rendere più saporiti i vostri pomodori secchi potete aggiungere apiacere origano, basilico, aglio, olive o capperi. Attenzione, però, a questi ultimi: una quantità troppa eccessiva di capperi potrebbe rendere i vostri pomodori eccessivamente salati!

Commenta Qui sotto

commenti

Reply