Frittini delicati di zucchine e feta

Ecco una ricetta per un aperitivo last minute. Per prepararlo bastano 25 minuti, per gustarlo solo pochi secondi, ma il loro gusto squisito vi rimarrà sul palato per molto tempo.

E’ l’effetto (assicurato) dei frittini delicati di zucchine e feta. Il formaggio greco, particolarmente saporito, si sposa alla perfezione con questi ortaggi dal sapore così delicato, dando vita ad uno di quei stuzzicchini a cui non saprete più rinunciare!

Ingredienti

  • 500 gr di zucchine
  • 2 uova
  • 100 gr di feta
  • 50 gr di farina
  • 2 rametti di timo
  • 100 gr di misticanza
  • 1 scalogno
  • olio extravergine d’oliva
  • aceto balsamico
  • sale

Preparazione

Lavate e asciugate le zucchine, spuntatele e grattugiatele con una grattugia a fori grossi. Trasferiteli in una ciotola e tenetela da parte. Prendete un’altra ciotola, rompeteci le uova e sbattetele leggermente con un pizzico di sale. Versate le uova sbattute sulle zucchine e mescolate.

Sciacquate sotto l’acqua fredda la feta (così da eliminare il sale in eccesso), dopodiché tamponatela con la carta assorbente da cucina e sbriciolatela sulle zucchine. Mescolate bene in modo da amalgamare gli ingredienti. Aggiungete la farina setacciata, lo scalogno sbucciato e tritato. Incorporate anche le foglioline di timo e mescolate.

Scaldate una piastra o una grossa padella antiaderente dal fondo spesso, versate un filo d’olio ed eliminate l’eccesso con la carta assorbente da cucina. Versate 4-5 cucchiai di composto e cuocete i frittini un minuto per lato, fino a quando saranno cotti all’interno e ben dorati all’esterno. Serviteli caldi, accompagnandoli con la misticanza lavata e condita con sale, olio extravergine d’oliva e aceto balsamico.

L’idea in più. Se volete rendere ancora più profumati i frittini, aggiungete al composto anche qualche foglia di menta. Se li servite come aperitivo accompagnateli con una sangria bianca. Riunite in una brocca 12 lamponi, una mela annurca e una pesca gialla a pezzetti. Aggiungete anche una pera a lamelle e un’arancia non trattata con la buccia e tagliata a fettine sottili. Aggiungete un pizzico di cannella e una bottiglia di Asti Docg molto freddo. Servite la sangria in quattro coppe.

Commenta Qui sotto

commenti

Reply