Graffe Vegan di Carnevale

Le graffe di carnevale sono le tipiche ciambelline di patate fritte e zuccherate. Un’altra di quelle dolcezze alle quali in questo periodo non si può proprio rinunciare 😀

Sfiziose, soffici e morbide sono davvero golose e ogni bambino che si rispetti ne vorrà mangiare anche più di una, allora proprio per questo e anche per la nostra salute vi proponiamo le graffe, le ciambelline vegan senza derivati animali ma solo ingredienti vegetali.

Sane e golose a voi tutti buon Carnevale e buone graffe a tutti ^^

 

Ingredienti

  • 300 gr di farina
  • 200 gr di patate
  • 70 gr di burro di soia o margarina vegetale
  • latte q.b.
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 20 gr di lievito di birra
  • la buccia di 1 limone grattuggiato
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo per rifinire

Preparazione

Bollire le patate in acqua bollente. Scolarle, spellarle e passarle allo schiacciapatate.
Su di una spianatoia disporre la farina a fontana, al centro mettere il burro di soia o margarina, le patate schiacciate, lo zucchero, la scorza di limone, un pizzico di sale.
Impastate con le mani facendo incorporare alle patate la farina, dopo aver impastato un po’ aggiugere il lievito di birra sciolto in poco latte di soia tiepido e all’occorrenza aggiungere altro latte di soia per ottenere un panetto di impasto sodo ed omogeneo.
Lasciate lievitare l’impasto in una ciotola coprendolo con un panno per circa una o due ore, fino a raddoppiamento di volume.
Una volta lievitato riprendere l’impasto con le mani leggermente infarinate prendere una pallina di impasto, rotolarla sulla spianatoia dandogli la forma di un cordocino che andrete a saldare alle estremità per dare la forma di una ciambellina.
Adagiate le ciambelline così ottenute su di una teglia coperta con carta forno.
Una volta terminato l’impasto, ricoprire le graffe e lasciarle lievitare per un’altra oretta.
Friggere le graffe in olio di semi, girandole per farle cuocere uniformemente.
Scolarle su un foglio di carta assorbente e quando tiepide cospargere con zucchero a velo di canna.

Commenta Qui sotto

commenti

Reply