Dieta sbagliata, puoi farti risarcire i danni

Dimagrire, soprattutto durante la stagione estiva, è un sogno comune a molti, sia donne che uomini. Tuttavia, non ci si dovrebbe far prendere dalla nostra parte più irrazionale e fare qualsiasi cosa per perdere i chili di troppo. Niente diete drastiche, niente diete assurde, niente fai da te, soprattutto, perché si sa, le diete che circolano sul web potrebbero essere davvero dannose. Per perdere chili occorre essere seguiti da un medico. Ma in quel caso siamo certi che possa servire o si corrono comunque dei rischi? Ebbene, una dieta sbagliata può essere prescritta anche da un medico nutrizionista, una dieta che può cagionarci anche gravi problemi, ma che in quel caso siamo anche in diritto di farci risarcire.

Dalla prova costume all’onere della prova

Arrivati ormai a metà luglio molti hanno già superato, o forse no, la prova costume. Tuttavia, chi non ha ancora avuto le ferie e si appresta ora ad andare in vacanza, potrebbe avere la necessità di smaltire qualche chilo di troppo. Generalmente, chi non ha grandi nozioni in materia e ha una certa fretta di perdere peso, non perde troppo tempo a cercare un medico, ma cerca sul web o sui classici giornali da leggere sotto l’ombrellone,  le più disparate diete. Magari i chili si perdono, ma poi si paga un prezzo troppo alto. E di contro ci sono quelle persone informate, consapevoli e scrupolose che per avere una dieta su misura pagano anche diverse centinaia di euro, ma questo, purtroppo, non è sufficiente, non solo a garantire il risultato, ma soprattutto a garantire che la nostra salute non riporterà danni.

Quando il dietologo sbaglia la dieta

solo verdureCi sono purtroppo dei casi in cui il dietologo sbaglia. Il consiglio è sempre quello di cercarne uno che abbia maturato una certa esperienza nel campo e che abbia strumenti e tecnica per capire quale possa essere il miglior percorso per noi. Purtroppo delle volte, anche se se la parcella costa e il medio è blasonato, può capitare un’errata diagnosi o una prescrizione errata. Nel caso della dieta basta che il medico sbagli nella prescrizione della dieta per cagionare problematiche anche molto serie. Diversi pazienti hanno manifestato, dopo una dieta errata, gravi problemi soprattutto a carattere psicologico.

Il by-pass gastrico

Purtroppo non si tratta solo di danni cagionati da una dieta sbagliata, in alcuni casi il problema è molto più serio, come per esempio se si sbaglia l’intervento di un by-pass gastrico. In questo caso, come nel precedente, il paziente danneggiato ha il diritto di chiedere risarcimento e per il danno biologico e per il danno morale. Purtroppo però da quando le leggi della Sanità in fatto di risarcimento sono cambiate, spetta al paziente l’onere della priva, e così sarà lui  a dover dimostrare il nesso causa-effetto col danno riportato.

Ecco perché molti ricorrono all’ausilio di un legale per ottenere dei risarcimenti facili anche quando la situazione non è esattamente semplice. Il consiglio quindi è sempre quello di seguire solo diete prescritte dal medico nutrizionista e se la sua diagnosi non convince, è bene chiedere anche un secondo parere per capire quale possa essere la strada più sicura da seguire.

Commenta Qui sotto

commenti