Seitan casalingo

Il seitan è un alimento molto proteico, glutine puro, che viene impiegato soprattutto nella cucina vegetariana, vegana e macrobiotica. Un alimento sano e davvero molto buono. Considerando che chi segue una scelta alimentare diversa da quella onnivora, per aggiungere e comprendere proteine nella sua alimentazione, consuma anche seitan sotto forma di fettine, arrosto, affettato, polpettine, wurstel, tutto naturalmente vegetale.

E’ un composto sodo e molto compatto, ottenuto dal lavaggio di un impasto di acqua e farina. Insaporito poi con aromi, spezie e verdure questo alimento si arricchisce anche sotto il profilo vitaminico, assumendo anche più sapore e profumo!



Ingredienti

  • 400 g di seitan:
  • 1,5 kg di farina manitoba o tipo “0”
  • 600 g di acqua circa
  • per il brodo:
  • una cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • due carote
  • una costa di sedano
  • una tazzina di salsa di soia
  • 1 cm di alga kombu (arricchisce il seitan di sali minerali)
  • spezie pepe e salvia

Preparazione

Impastare accuratamente la farina con il quantitativo di acqua necessario a formare un impasto omogeneo, compatto e liscio.

Lasciarlo riposare in una ciotola coperta di acqua per almeno 30 minuti.

Ora inizia il procedimento più lungo. Mettere la palla di pasta ottenuta all’interno di una capiente ciotola, riempite anche questa ti acqua tiepida e cominciate ad impastare, vedrete uscire l’amido appena l’acqua inizia a diventare completamente bianca (l’amido non lo buttate, tenetelo per altre preparazioni o per annaffiare le vostre piante) , a questo punto dovrete cambiare acqua e continuare a impastare in acqua pulita. Continuate con quest’operazione finchè non l’acqua non sarà limpida e non più bianca come latte.

Solo a questo punto avrete ottenuto un impasto molto molle che andrete ad avvolgere stretto stretto all’interno di un panno pulito che non abbia odori o sapori di detersivo. Stringete forte le estremità con dei spaghi da cucina, come fosse un salsicciotto, ed immergere il vostro seitan all’interno della pentola nella quale avrete già tritato le varie verdure ed aggiunto sufficiente acqua per cuocere il seitan almeno 50 minuti.

Trascorso tale tempo di cottura a fuoco moderato e con il coperchio, srotolate il vostro seitan dal panno che lo avvolgeva, tagliatelo a fette ed impiegatelo nella ricetta che più vi piace. Se invece volete conservarlo, immergetelo nel suo brodo e tenetelo in frigorifero.

Osservazioni:

Il seitan può essere anche arricchito ed insaporito, questa che vi abbiamo presentato è la ricetta classica. Per insaporirlo e renderlo ancora più gradevole potete aromatizzarlo, a seguito del lavaggio in acqua, con spezie ed aromi vari, oppure preparare un rollè, avvolgendo all’interno del seitan ancora crudo, sempre a seguito del lavaggio, delle verdure tritate. Altro metodo per aromatizzare questa “carne vegetale” è immergere il seitan crudo dopo il lavaggio, in una ciotola insaporita di olio , aromi e spezie a piacimento.

Diciamo che ognuno segue il suo metodo e noi vi consigliamo di seguire ogni variante, in quanto ognuna delle quali rende quest’alimento ricco e buonissimo.

Commenta Qui sotto

commenti

Reply