L’Agricoltura Biologica in Cucina

L’agricoltura biologica, perché scegliere il biologico e per quale motivo gli alimenti sono più sani e ricchi di tutti i principi nutritivi con questo tipo di coltivazione.

L’agricoltura biologica è un sistema di produzione determinato e regolato a livello comunitario dal Regolamento CE 834/07, e dal Regolamento di applicazione CE 889/08, e a livello nazionale dal D.M. 220/95.

Nel metodo in cui si coltiva seguendo le regole dell’ agricoltura biologica non si fa uso di sostanze chimiche quali: pesticidi, concimi, insetticidi, diserbanti, ogm , etc.

Per prevenire e proteggere le coltivazioni e i raccolti dalle malattie e infestazioni, si procede nella coltivazione di piante che hanno dimostrato di resistere ad ogni sorta di malattia e infestazione animale utilizzando tecniche apposite e consone al tipo di pianta, come per esempio: Alla difesa delle colture si provvede innanzitutto in via preventiva, selezionando specie resistenti alle malattie e intervenendo con tecniche di coltivazione appropriate come, per esempio:

– La consociazione:  E’ un metodo di coltivazione che consiste nel piantare nello stesso tempo piante dissimili, l’una rifiutata dai parassiti dell’altra.

– La rotazione delle colture:  Consiste nel non coltivare per più stagioni continue nello stesso terreno la stessa pianta. In tal modo da una parte si proibisce ai parassiti di trovare un ambiente a loro favorevole per potersi riprodurre, dall’altra in questo maniera si usano in modo più ragionevole e meno intensa i concimi del terreno;

La piantumazione di siepi ed alberi: Un metodo che permette di ricostruire il paesaggio, offrendo accoglienza ai predatori naturali dei parassiti , i quali rappresentano una barriera fisica ad eventuali avvelenamenti esterni;

Nell’agricoltura biologica si utilizzano fertilizzanti naturali come ad esempio il più conosciuto letame ed altre sostanze organiche che si vengono e vanno incluse nel terreno delle piante per seminarle.

Nel caso ce ne fosse bisogno, si interviene,  per difendere le colture, con sostanze naturali animali, vegetali o minerali, come: insetti che mangiano i parassiti, farine minerali o rocciose naturali,  estratti di piante.. Per perfezionare la forma ed i requisiti chimici del terreno e per preservare le piantagioni dalle crittogame.

Qualora che ne fosse bisogno, per qualsiasi avversità si presenta, l’agricoltore biologica può e deve fare ricorso solamente a sostanze naturali appositamente approvate  dal Regolamento europeo.

L’obiettivo di questo tipo di agricoltura e motivo per cui, se ancora non l’avete fatto, la dovete scegliere è quello di difendere la salute della terra e del pianeta ed al tempo stesso, quello di salvaguardare  la salute di tutta la popolazione che nutrendosi con cibi coltivati con prodotti chimici possono compromettere la loro stato di salute.

Le sostanze chimiche utilizzate nelle coltivazioni tradizionali comportano la perdita di sostanza organica da parte del terreno. La sostanza organica blocca il carbonio e quando la stessa si riduce, il carbonio non più bloccato si libera nell’aria, dove combinandosi con l’ossigeno da vita al biossido di carbonio: Anidride Carbonica.

Commenta Qui sotto

commenti

Reply